Conferenza di organizzazione di Auser Regionale: la gallery e il documento conclusivo

Estendere la presenza di Auser a tutti i comuni della regione; puntare sui distretti socio-sanitari quale luogo privilegiato di coordinamento e raccordo tra i diversi attori sociali; investire sulla semplificazione e sulla trasparenza valorizzando l'importante operato dell'organizzazione nei territori.
Questi alcuni dei temi al centro del Documento approvato all'unanimità dall'Assemblea di Auser Emilia Romagna nel corso della Conferenza di organizzazione, svoltasi a Rimini l'8 e 9 aprile.

Il Bilancio sociale e la Banca Dati Convenzioni: Auser Emilia Romagna presenta i suoi numeri

<p>Con <strong>31.772 soci e 11.191 volontari e volontarie operanti in 250 Comun</strong>i, l'Auser Regionale Emilia Romagna s’inserisce nel contesto di un Terzo settore che l’ISTAT descrive “in forte crescita sia a livello nazionale che regionale contribuendo al PIL nella misura di oltre il 4%.” <br />I dati relativi al 2013 evidenziano la vocazione prevalente di Auser per l'attività di volontariato piuttosto che per la “mutualità”, in uno stretto e diffuso rapporto con le pubbliche amministrazioni e con una presenza sul territorio piuttosto estesa (12 strutture territoriali e 190 sedi).<br /><br />Servizi alle persone e alle comunità sono le attività prevalenti, a fianco delle iniziative molteplici sull’educazione degli adulti, tempo libero, turismo e attività di prevenzione per la salute della popolazione anziana, che hanno permesso di

Riforma istituzionale: la documentazione del convegno Auser e tutti i materiali utili

Sono disponibili i materiali del Seminario sul riordino istituzionale promosso da Auser Emilia Romagna lo scorso 17 maggio. L'iniziativa è stata occasione per presentare il quadro politico istituzionale in cui si inserisce la riforma e promuovere un confronto che ha visto protagonisti terzo settore, CGIL e Regione Emilia Romagna, nella persona della Vicepresidente con Delega al Sistema delle Autonomie, Simonetta Saliera.


MATERIALI CONVEGNO

>> Presentazione del quadro politico istituzionale a cura di Claudia Tubertini

>> Relazione introduttiva di Carlo Serpieri


ULTERIORI MATERIALI DI APPROFONDIMENTO

Auser Emilia Romagna aderisce all'appello per cancellare il programma F-35

Anche Auser Emilia Romagna ha aderito all'appello per la cancellazione del programma F-35 a sostegno di una mozione di 158 parlamentari di SEL, PD e M5S che chiede di eliminare la partecipazione italiana al programma dei cacciabombardieri F-35 Joint Strike Fighter.
L'appello rientra nell'ambito della campagna “Taglia le ali alle armi”, promossa da Rete Italiana per il Disarmo, Sbilanciamoci! e Tavola della Pace, che dal 2009 si batte per il disarmo.

Promozione sociale: un Codice per valorizzare l'associazionismo e prevenire gli abusi

Un codice di autoregolamentazione delle associazioni di promozione sociale regionali per disciplinarne le attività ricreative come i servizi di somministrazione di alimenti e bevande, turismo, sport e animazione culturale o musicale. Il tutto con l'obiettivo di valorizzare il ruolo e il valore aggiunto delle associazioni di promozione sociale, segnare la differenza con le attività commerciali (evitando episodi di concorrenza sleale) e scoraggiare l'adesione alle associazioni da parte di gruppi che intendano sfruttare, per fini personali e non rispondenti a interessi di utilità sociale, le leggi che regolano l’associazionismo di promozione sociale.

Settimo Congresso Auser Emilia Romagna: on line il video e la documentazione

"Un progetto sociale per tutte le età. I diversi colori della solidarietà". Questo il titolo del VII Congresso di Auser Emilia Romagna svoltosi a Rimini l'11 e il 12 marzo. La prima giornata è stata dedicata ai lavori congressuali, con gli oltre 100 delegati Auser provenienti da tutta la regione, mentre la mattinata di lavoro del 12 marzo si è incentrata sul confronto e il dibattito con il convegno "Rinnovare il welfare".

Gioco d'azzardo compulsivo: Auser e Gruppo Abele lanciano un indagine sugli over 65

Nell'ambito di "Mettiamoci in gioco", la campagna nazionale contro i rischi del gioco d'azzardo, Auser e Gruppo Abele promuovono una ricerca mirata ad indagare sul fenomeno della dipendenza da gioco d'azzardo tra le persone anziane ultrassessantacinquenni.

In particolare sono stati predisposti dei questionari che nei prossimi mesi verranno distribuiti presso le Sedi Auser ai soci con 65 anni compiuti.
La rilevazione dei dati avverrà in auto compilazione e in maniera del tutto anonima. Successivamente i questionari verranno inviati al Centro studi del Gruppo Abele che, con il supporto delle sociologhe Rascazzo e Reynaudo, procederà all’analisi ed elaborazione dei dati raccolti.

Excepteur sint occaecat cupidatat

Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco.

Pages