Digitalizzazione: "uno strumento per tutelare il bene comune"

La vigilanza ai monumenti, mostre, musei, biblioteche, centri di documentazione, unita alla salvaguardia di beni culturali, hanno una particolare centralità tra le tante attività e servizi promossi da Auser. Archivi storici, documenti pubblici, aree archeologiche, rappresentano infatti patrimoni dell'umanità che devono essere salvaguardati e tutelati.
Di questo si è parlato nella mattinata di lavoro organizzata da Auser Emilia Romagna e Anpi per approfondire il ruolo digitalizzazione quale strumento strategico per promuovere questo importante obiettivo.

Inaugura a Lido Adriano "L'altra faccia della medaglia": il nuovo centro interculturale di Auser e Arci

Si chiama “L'altra faccia della medaglia” il nuovo centro culturale multietnico ideato e fortemente voluto da Auser volontariato Ravenna in collaborazione con Arci Ragazzi. Il nuovo centro polivalente - sito nel Comune di Lido Adriano, in via Petrarca 432 -  avrà lo scopo di favorire lo scambio interculturale e la solidarietà per facilitare la convivenza sociale attraverso la conoscenza reciproca fra le persone di varia nazionalità, cultura e religione soprattutto tra donne, bambini e anziani.

Le attività previste saranno i corsi di lingua italiana, il dopo scuola per i bambini, e un laboratorio di cucito con attività di rammendo e recupero abiti usati, espressamente richiesto da alcune residenti. In un secondo tempo, previo accordo con i servizi sociali, verrà aperto  un “emporio no spreco”.

Al via a Piacenza un corso di formazione per intercettare il gioco d'azzardo patologico

Lo Svep - Centro Servizi per il volontariato di Piacenza organizza il corso di formazione “Dalla trappola alla rete”, dedicato alle figure non professionali che intercettano il giocatore eccessivo.
Destinatari del corso sono professionisti, volontari, impiegati, commercianti,... e tutti coloro che possono entrare in contatto con giocatori patologici.

Partner del percorso una ricca rete di associazioni tra cui anche Auser Volontariato Piacenza, che contribuirà a sensibilizzare a questo percorso formativo i propri volontari e i cittadini.

Il corso di formazione prevede tre incontri che si terranno presso lo Svep in via Capra 14/B, a Piacenza, nelle giornate del 25 febbraio, e 7 e 18 marzo.

Per iscrizioni e informazioni:

All'Università Ginzburg uno sportello informativo per genitori sui disturbi di apprendimento

Inaugura presso l'Università della Libera Età di Vignola (MO) uno sportello informativo dedicato ai genitori di bambini e ragazzi con disturbi specifici dell'apprendimento (DSA).

Il servizio, completamente gratuito, nasce grazie all'appoggio di ACE, Associazione che opera sul territorio dell'Unione Terre di Castelli, e dalla voglia di due mamme di ragazzi con DSA, che desiderano mettere a disposizione la loro esperienza maturata direttamente sul campo.

L'intento è quello di fornire informazioni in merito ai disturbi specifici di apprendimento e delle difficoltà scolastiche a quei genitori che si sentono in difficoltà, che hanno bisogno di indicazioni nello specifico e di sentirsi ascoltati.

L'Ambulatorio Amico di Auser Bologna inaugura due nuove sedi e cerca nuovi volontari-infermieri

Ampliare i servizi per i cittadini, supportare chi ha necessità di cure specifiche, fornire informazioni sui temi riguardanti la sfera sanitaria. Sono questi gli obiettivi dell’Ambulatorio Amico di Auser Bologna. Un’iniziativa nata in Valsamoggia, ma che, grazie ai suoi risultati estremamente positivi, è stata presto implementata anche nel territorio urbano: prima nel Quartiere Savena e, in seguito, nel Quartiere Borgo-Reno, dove lo scorso novembre sono stati inaugurati due nuovi ambulatori.

A Santa Sofia anziani e bambini insieme in un progetto che promuove la trasmissione dei saperi tra generazioni

É partito a Santa Sofia (FC), grazie a una collaborazione tra Auser e il Centro italiano femminile (Cif), un ciclo di attività manuali in cui anziani e bambini entrano in relazione e dove la trasmissione di un sapere concreto favorisce la nascita di rapporti tra generazioni. Destinatari sono gli utenti del centro educativo “Grillo Parlante”, con bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni di diverse nazionalità.

Inaugura a Nonantola (MO) un nuovo servizio Ambulatorio Amico

Il 7 febbraio è stato inaugurato a Nonantola (MO) in via Vittorio Veneto, il nuovo Ambulatorio Infermieristico Auser. Una stanza con un lettino in cui cinque volontari, infermieri professionali ora in pensione, offriranno gratuitamente assistenza per terapie iniettive e misurazione della pressione. Auser si sta inoltre organizzando anche per aiutare i cittadini, soprattutto gli anziani, nel compilare il fascicolo sanitario elettronico, predisposto dall’Ausl.
L’ambulatorio sarà aperto dal Lunedi al Venerdì dalle ore 16 alle 17 e si potrà accedere senza necessità di prenotazione.

L'Ambulatorio "Spazio prevenzione" di Auser Imola cambia sede

La  sede ambulatoriale Spazio Prevenzione di Auser Imola, precedentemente situata presso il primo piano della Palazzina ex Direzione Sanitaria Lolli Viale Saffi si è  trasferita nella palazzina  Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) in via Caterina Sforza 3.
Per quanto riguarda  il servizio prestato  per i cittadini non cambierà nulla, gli  infermieri ed i volontari dell’Associazione, infermieri in pensione, svolgeranno le consuete attività gratuite (iniezioni, misurazione pressione, glicemia, peso, medicazioni, …) e svilupperanno il progetto di prevenzione, educazione alla salute e supporto alle malattie croniche realizzato in convenzione con l’Ausl di Imola.

L’Ambulatorio Auser "Spazio Prevenzione" è  attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 10.30, ad accesso diretto.

Sfida del cuore: Auser Imola dona un innovativo strumento al Day Hospital dell'Ausl

Un dono importante per valore e significato quello consegnato il 15 dicembre scorso dall'Auser di Imola al Day Hospital oncologico dell’Ausl. Con i proventi ricavati dalla Sfida del Cuore (l'importante manifestazione di solidarietà promossa ogni anno dall'Auser di Imola) è stato infatti acquistato un innovativo strumento  visualizzatore di vene , donato al Day Hospital in memoria di Miriam Trerè, operatrice dell’Ausl recentemente e prematuramente scomparsa.

Pages