L'Ambulatorio Amico di Auser Bologna inaugura due nuove sedi e cerca nuovi volontari-infermieri

Ampliare i servizi per i cittadini, supportare chi ha necessità di cure specifiche, fornire informazioni sui temi riguardanti la sfera sanitaria. Sono questi gli obiettivi dell’Ambulatorio Amico di Auser Bologna. Un’iniziativa nata in Valsamoggia, ma che, grazie ai suoi risultati estremamente positivi, è stata presto implementata anche nel territorio urbano: prima nel Quartiere Savena e, in seguito, nel Quartiere Borgo-Reno, dove lo scorso novembre sono stati inaugurati due nuovi ambulatori.

A Santa Sofia anziani e bambini insieme in un progetto che promuove la trasmissione dei saperi tra generazioni

É partito a Santa Sofia (FC), grazie a una collaborazione tra Auser e il Centro italiano femminile (Cif), un ciclo di attività manuali in cui anziani e bambini entrano in relazione e dove la trasmissione di un sapere concreto favorisce la nascita di rapporti tra generazioni. Destinatari sono gli utenti del centro educativo “Grillo Parlante”, con bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni di diverse nazionalità.

Inaugura a Nonantola (MO) un nuovo servizio Ambulatorio Amico

Il 7 febbraio è stato inaugurato a Nonantola (MO) in via Vittorio Veneto, il nuovo Ambulatorio Infermieristico Auser. Una stanza con un lettino in cui cinque volontari, infermieri professionali ora in pensione, offriranno gratuitamente assistenza per terapie iniettive e misurazione della pressione. Auser si sta inoltre organizzando anche per aiutare i cittadini, soprattutto gli anziani, nel compilare il fascicolo sanitario elettronico, predisposto dall’Ausl.
L’ambulatorio sarà aperto dal Lunedi al Venerdì dalle ore 16 alle 17 e si potrà accedere senza necessità di prenotazione.

L'Ambulatorio "Spazio prevenzione" di Auser Imola cambia sede

La  sede ambulatoriale Spazio Prevenzione di Auser Imola, precedentemente situata presso il primo piano della Palazzina ex Direzione Sanitaria Lolli Viale Saffi si è  trasferita nella palazzina  Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) in via Caterina Sforza 3.
Per quanto riguarda  il servizio prestato  per i cittadini non cambierà nulla, gli  infermieri ed i volontari dell’Associazione, infermieri in pensione, svolgeranno le consuete attività gratuite (iniezioni, misurazione pressione, glicemia, peso, medicazioni, …) e svilupperanno il progetto di prevenzione, educazione alla salute e supporto alle malattie croniche realizzato in convenzione con l’Ausl di Imola.

L’Ambulatorio Auser "Spazio Prevenzione" è  attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 10.30, ad accesso diretto.

Sfida del cuore: Auser Imola dona un innovativo strumento al Day Hospital dell'Ausl

Un dono importante per valore e significato quello consegnato il 15 dicembre scorso dall'Auser di Imola al Day Hospital oncologico dell’Ausl. Con i proventi ricavati dalla Sfida del Cuore (l'importante manifestazione di solidarietà promossa ogni anno dall'Auser di Imola) è stato infatti acquistato un innovativo strumento  visualizzatore di vene , donato al Day Hospital in memoria di Miriam Trerè, operatrice dell’Ausl recentemente e prematuramente scomparsa.

Il portierato sociale arriva a Ravenna grazie a un accordo tra Acer e Auser

Una vera e propria ventata di ottimismo e speranza per la città di Ravenna, e questo grazie al nuovo piano abitativo dell’ente locale Acer che ha inaugurato due palazzine dotate di 18 alloggi popolari per disabili e persone bisognose, che grazie ai volontari di Auser avranno anche uno o più portieri.

L'iniziativa si inserisce nell'ambito dei progetti di portierato sociale, a cui Auser già partecipa in diversi territori della Regione, con l'obiettivo di  tutelare e garantire assistenza e servizi civici, sociali e sanitari anche nelle case popolare garantendo così una serena convivenza tra gli abitanti degli stabili e forme di compensazione sociale per prevenire eventuali conflitti.

Per informazioni
auser.ravenna@virgilio.it

Contrasto alla solitudine: due iniziative di Auser Faenza

Per le politiche di contrasto alla solitudine, l'Auser di Faenza organizza due iniziative in favore dei cittadini faentini. Da gennaio 2014 infatti, sarà attivo anche a Faenza "Filo d'Argento", il telefono della solidarietà amico degli anziani. Il servizio sarà attivo lunedì e mercoledì dalle 9 alle 12 telefonando al numero 0546/66.20.83. Una voce amica risponderà offrendo informazioni varie, suggerimenti, notizie sugli avvenimenti recenti ed in corso fino all'attivazione dei servizi Auser.

Computer rigenerati donati all'Auser Emilia Romagna

Sono 48 i computer “rigenerati” che UniCredit ha donato in Emilia Romagna all’Auser e a diversi presidi locali di Libera, al fine di contribuire alla realizzazione di progetti a beneficio dei territori nei quali le due realtà solidali operano.

Diviene così operativa l’iniziativa promossa da UniCredit in collaborazione con Libera che, a livello nazionale, si è concretizzata nella donazione di 2300 computer dismessi dall’istituto di credito, “rigenerati” e distribuiti a decine di cooperative, associazioni, scuole e presidi di Libera. La consegna dei computer è avvenuta nei giorni scorsi.

Castelnovo (Re). Premiati i giovani tutor per "Nonni Bit"

A Castelnovo sotto, cittadina della provincia di Reggio, l’Auser in collaborazione con Coop Consumatori Nordest, Hula Hoop e Circolo Ricreativo Castelnovese, ha organizzato un corso di alfabetizzazione informatica dal livello base e di potenziamento per livelli avanzati, rivolto a tutti i cittadini in particolare agli anziani.

I tutor di questi corsi sono giovani volontari che si sono messi aL servizio della comunità, insegnando le nozioni di informatica a chi diversamente da loro non navigava con disinvoltura. Un’esperienza molto significativa per gli anziani che hanno apprezzato l’impegno, la disponibilità di questi ragazzi.

Il Sindaco ha premiato i nove giovani maestri Del progetto “Nonni Bit” con una cerimonia pubblica.

Fonte: La Prima Pagina – Reggio Emilia

Una casa per l’Auser di Novi di Modena

Finalmente da gennaio 2014 l’Auser ed i suoi volontari hanno una casa con un ufficio luminoso, riscaldato, arredato, antisismico, grazie ad una convenzione con la CoopEstense, il Comune di Modena e l’Asl di Modena. Per giungere fin qui i volontari dell’Auser hanno fatto, a piccoli passi, un viaggio lungo 19 mesi affrontando difficoltà che apparivano insormontabili, senza lasciarsi condizionare dall’ansia e dallo sgomento che vivevano da terremotati e in un paese devastato da una calamità che in pochi attimi aveva distrutto sogni, certezze e serenità.

Pages