“Una coperta ci unisce” in aiuto dei senza fissa dimora

You are currently viewing “Una coperta ci unisce” in aiuto dei senza fissa dimora

Le volontarie Auser di Reggio Emilia, Cavriago, Cadelbosco Sopra e Carpineti non si sono fatte fermare dalla pandemia e, anche da casa, continuano a sferruzzare e a confezionare bellissime e calde coperte destinate a persone senza fissa dimora. Creando, solo negli ultimi quattro mesi, 19 coperte.

Manufatti artigianali colorati, di lana e cotone, che andranno a scaldare le fredde notti invernali di chi si rivolge alla Caritas.

Per unirsi al progetto: 0522 323002 (referente: Carla Iori)

Lascia un commento