“Una coperta ci unisce” in aiuto dei senza fissa dimora

“Una coperta ci unisce” in aiuto dei senza fissa dimora

Le volontarie Auser di Reggio Emilia, Cavriago, Cadelbosco Sopra e Carpineti non si sono fatte fermare dalla pandemia e, anche da casa, continuano a sferruzzare e a confezionare bellissime e calde coperte destinate a persone senza fissa dimora. Creando, solo negli ultimi quattro mesi, 19 coperte.

Manufatti artigianali colorati, di lana e cotone, che andranno a scaldare le fredde notti invernali di chi si rivolge alla Caritas.

Per unirsi al progetto: 0522 323002 (referente: Carla Iori)

Lascia un commento

Chiudi il menu